"Probabilmente... de Finetti"

Il giorno 10 dicembre 2019 le classi quarte del Liceo scientifico e linguistico hanno assistito alla rappresentazione teatrale “Probabilmente… de Finetti” presso l’Istituto di musica Vivaldi di Monfalcone.

Lo spettacolo, proposto dalla Compagnia L’Aquila Signorina di Bologna, porta in scena la figura del matematico giuliano Bruno de Finetti (1906-1985), colui che diede avvio all’'impostazione soggettiva del Calcolo delle probabilità. La definizione soggettiva di probabilità da lui proposta è il grado di fiducia (variabile da soggetto a soggetto) riposta nel verificarsi del fatto stesso, è il prezzo che ciascuno di noi pensa di pagare per ricevere tutto il premio nel caso che l’evento si verifichi e nulla nel caso l’evento non si verifichi. In base a questa rivoluzionaria impostazione, la probabilità non dipende più dai fattori che regolano il verificarsi di un determinato evento, ma piuttosto da una personale valutazione delle loro implicazioni.

Lo spettacolo descrive la figura dell’uomo, nel difficile periodo storico in cui vive, docente universitario  presso il Politecnico di Milano, a Padova, poi a Trieste dal 1939 al 1954, e infine a Roma, alternandosi tra la cattedra di Matematica Finanziaria e quella del Calcolo della probabilità. I suoi studi sul Calcolo Automatico trovano applicazione nella sua esperienza lavorativa alle Assicurazioni Generali di Trieste.

La matematica per de Finetti è una “prepotente passione” che non si riduce al puro calcolo, diventa matematica applicata in diversi ambiti: finanziario, sociale, economico, serve a risolvere i problemi quotidiani, un messaggio, estremamente moderno, che si colloca perfettamente alla nuova impostazione dell’insegnamento della matematica.    

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.