Olimpiadi delle Neuroscienze

Fase regionale delle Olimpiadi delle neuroscienze 2019: un grande successo per gli studenti del Liceo Buonarroti

Successo strepitoso dei nostri studenti alle Olimpiadi delle Neuroscienze svoltesi venerdì 15 marzo a Trieste.

Gabriel Biondini, Sara Bonessi, Andrea Bucchini, Riccardo Camossi e RIccardo Masetti  hanno  partecipato alla fase regionale presso l’Università degli studi Trieste ottenendo uno strepitoso risultato: dopo le tre prove si sono classificati tutti e cinque nelle prime dieci posizioni, assieme a cinque studenti del Liceo Marinelli di Udine. Gareggiavano 85 studenti, provenienti da 15 istituti.

In particolare nella prova a squadre, risoluzione di un cruciverba, si sono classificati secondi; nella seconda prova, determinazione del vero o falso, Riccardo Camossi è risultato primo, come Andrea Bucchini nella terza prova, di abilità e logica.

Dopo le tre prove, la classifica generale ha decretato Riccardo Camossi terzo, Riccardo Masetti  sesto, Gabriel Biondini settimo e Sara Bonessi e Andrea Bucchini decimi a pari merito.

Purtroppo nella prova finale per individuare  i tre studenti che avrebbero gareggiato alla fase nazionale a Pisa, l’emozione e l’esposizione poco chiara delle domande hanno tradito i nostri bravissimi studenti.

Nonostante la mancata qualificazione alla fase finale è stata una bellissima esperienza e una dimostrazione delle capacità e della motivazione dei nostri cinque ragazzi, che hanno gareggiato come una vera e propria squadra.

 

Il 15 marzo presso il Polo didattico di via Valmaura dell’Università degli studi di Trieste cinque studenti del nostro istituto hanno alla fase regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze.

Le Olimpiadi delle Neuroscienze rappresentano la selezione italiana della International Brain Bee, una competizione internazionale che mette alla prova studenti sul grado di conoscenza nel campo delle neuroscienze.

Gli studenti si cimentano su argomenti quali l’intelligenza, la memoria, le emozioni, lo stress, la plasticità neurale, l’invecchiamento, il sonno e le malattie del sistema nervoso. Scopo della iniziativa è accrescere fra i giovani l’interesse per lo studio della struttura e del funzionamento del cervello umano, ed attrarre giovani talenti alla ricerca nei settori delle neuroscienze sperimentali e cliniche, che rappresentano la grande sfida del nostro millennio.

Le Olimpiadi della Neuroscienze si articolano in 3 fasi:

  1. FASE LOCALE - 15 febbraio 2019 si svolge nelle scuole. Ogni scuola seleziona i 5 migliori allievi;
  2. FASE REGIONALE - 15 marzo 2019: In questa fase vengono selezionati i 3 migliori studenti per ogni regione.
  3. FASE NAZIONALE - 3 e 4 maggio 2019: si svolgerà a Pisa, dove, tra i 3 migliori studenti di ogni competizione regionale, verrà individuato il vincitore nazionale che partecipa alla finale internazionale che si svolgerà in Corea.

I cinque studenti rappresentanti il nostro Istituto sono Gabriel Biondini, Riccardo Camossi e Riccardo Masetti della classe 4A, Sara Bonessi e Andrea Bucchini della 3A dell'indirizzo Scienze applicate.



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.