L’istituto, attraverso strumenti didattici sempre più definiti oggettivamente e condivisi nei vari “livelli” in cui si articola l’organizzazione didattica, organizza la propria programmazione:

  1. Piano di programmazione dell’istituto
  2. Piano di programmazione del dipartimento
  3. Piano di programmazione del Consiglio di Classe
  4. Piani di lavoro individuali
  5. Progetti e servizi di arricchimento dell’offerta formativa

 

LIVELLO 1 - PROGRAMMAZIONE DI ISTITUTO

Il secondo ciclo di istruzione e formazione ha come riferimento unitario il Profilo Educativo, CUlturale e Professionale (PECUP) definito dal decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, allegato A.

Il PECUP definisce le norme e i livelli generali delle prestazioni degli studenti per trasformare la molteplicità dei saperi scolastici in un sapere unitario, dotato di senso e ricco di motivazioni. In tal senso si potenzia la dimensione trasversale dell’apprendimento, ponendo come traguardo in uscita non solo il “sapere” (elaborazione critica delle conoscenze disciplinari e interdisciplinari), ma il “fare consapevole” (acquisizione delle abilità tecniche e professionali), che diviene “agire” (valorizzazione dei comportamenti personali e sociali).

La programmazione dell’istituto nelle sue varie fasi e articolazioni procede secondo un percorso “a ritroso”. Si parte dal profilo d’uscita articolato nel profilo generale del Regolamento e declinato nelle cinque aree, per poi stabilire i risultati specifici del singolo indirizzo.

IL PECUP del percorso liceale indica, al comma 1 dell’articolo 2 del decreto legislativo n. 226, le finalità della formazione nei Licei: “I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali  e metodologici per una comprensione approfondita ed elevata dei temi legati alla persona ed alla società nella realtà contemporanea, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle situazioni, ai suoi fenomeni ed ai problemi che la investono, ed acquisisca la padronanza di conoscenze, competenze, abilità e capacità, generali e specifiche,  coerenti con le attitudini e le scelte personali, e le competenze adeguate all'inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro.”

Nel PECUP, così come indicato nelle indicazioni nazionali, sono individuate cinque aree di apprendimento, comuni a tutti i tipi di Liceo e a tutti gli indirizzi, che caratterizzano la licealità:

Area metodologica

-         Acquisire un metodo di studio autonomo e flessibile che consenta di condurre ricerche e approfondimenti personali e di continuare in modo efficace i successivi studi

-         Essere in grado di aggiornarsi lungo l’intero arco della propria vita

-         Essere consapevoli della diversità dei metodi utilizzati dai vari ambiti disciplinari

-         Essere in grado di valutare i criteri di affidabilità dei risultati raggiunti nei vari ambiti disciplinari

-         Saper compiere le necessarie interconnessioni tra i metodi e i contenuti delle singole discipline

Area logico-argomentativa

-         Saper sostenere una propria tesi e saper ascoltare e valutare criticamente le argomentazioni altrui

-         Acquisire l’abitudine a ragionare con rigore logico, ad identificare i problemi e a individuare possibili soluzioni

-         Essere in grado di leggere e interpretare criticamente i contenuti delle diverse forme di comunicazione

Area linguistico-comunicativa

-         Padroneggiare pienamente la lingua italiana e in particolare: dominare la scrittura in tutti i suoi aspetti, da quelli elementari (ortografia e morfologia) a quelli più avanzati (sintassi complessa, precisione e ricchezza del lessico, anche letterario e specialistico)

-         Modulare le competenze comunicative acquisite a seconda dei diversi contesti e scopi comunicativi

-         Saper leggere e comprendere testi complessi di diversa natura

-         Cogliere le implicazioni e le sfumature di significato proprie di ciascun testo, in rapporto con la tipologia e il relativo contesto storico e culturale

-         Curare l’esposizione orale e saperla adeguare ai diversi contesti

-         Acquisire, in una lingua straniera moderna, strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al Livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento

-         Saper riconoscere i molteplici rapporti e stabilire raffronti tra la lingua italiana e altre lingue moderne e antiche

-         Saper utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per studiare, fare ricerca, comunicare

Area storico umanistica

-     Conoscere i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed economiche, con riferimento particolare all’Italia e all’Europa, e comprendere i diritti e i doveri che caratterizzano l’essere cittadini

-         Conoscere, con riferimento agli avvenimenti, ai contesti geografici e ai personaggi più importanti, la storia d’Italia inserita nel contesto europeo e internazionale, dall’antichità sino ai giorni nostri

-         Utilizzare metodi (prospettiva spaziale, relazioni uomo-ambiente, ecc.), concetti (territorio, regione, localizzazione, scala, diffusione spaziale, mobilità, relazione, senso del luogo...) e strumenti (carte geografiche, sistemi informativi geografici, immagini, dati statistici, fonti soggettive) della geografia per la lettura dei processi storici e per l’analisi della società contemporanea

-         Conoscere gli aspetti fondamentali della cultura e della tradizione letteraria, artistica, filosofica, religiosa italiana ed europea attraverso lo studio delle opere, degli autori e delle correnti di pensiero più significativi e acquisire gli strumenti necessari per confrontarli con altre tradizioni e culture

-         Essere consapevoli del significato culturale del patrimonio archeologico, architettonico e artistico italiano, della sua importanza come fondamentale risorsa economica, della necessità di preservarlo attraverso gli strumenti della tutela e della conservazione

-         Collocare il pensiero scientifico, la storia delle sue scoperte e lo sviluppo delle invenzioni tecnologiche nell’ambito più vasto della storia delle idee

-         Saper fruire delle espressioni creative delle arti e dei mezzi espressivi, compresi lo spettacolo, la musica, le arti visive

-         Conoscere gli elementi essenziali e distintivi della cultura e della civiltà dei paesi di cui si studiano le lingue.

Area scientifica, matematica e tecnologica

-         Comprendere il linguaggio formale specifico della matematica e delle discipline scientifiche

-         Saper utilizzare le procedure tipiche del pensiero matematico

-         Conoscere i contenuti fondamentali delle teorie che sono alla base della descrizione matematica della realtà

-         Possedere i contenuti fondamentali delle scienze fisiche e delle scienze naturali (chimica, biologia, scienze della terra, astronomia)

-         Padroneggiare le procedure e i metodi di indagine propri delle discipline scientifiche, anche per potersi orientare nel campo delle scienze applicate

-         Essere in grado di utilizzare criticamente strumenti informatici e telematici nelle attività di studio e di approfondimento

-         Comprendere la valenza metodologica dell’informatica nella formalizzazione e modellizzazione dei processi complessi e nell’individuazione di procedimenti risolutivi

Nel primo biennio i saperi e le competenze per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione sono riferiti ai quattro assi culturali (dei linguaggi, matematico, scientifico–tecnologico, storico-sociale). Essi costituiscono “il tessuto” per la costruzione di percorsi di apprendimento orientati all’acquisizione delle competenze chiave che preparino i giovani alla vita adulta e che costituiscano la base per consolidare e accrescere saperi e competenze in un processo di apprendimento permanente, anche ai fini della futura vita lavorativa.

Nel secondo biennio lo studente consolida e sviluppa le proprie conoscenze e competenze, potenziando la valenza interdisciplinare dell’apprendimento. Si tratta di strutturare il sapere in forme “trasversali”, cui concorrono le diverse discipline, che chiamano in causa la capacità progettuale del corpo docente. Dalla classe terza è previsto l’avvio dell’attività di alternanza scuola-lavoro.

Nel quinto anno di Liceo si persegue la piena realizzazione del profilo educativo, culturale e professionale dello studente delineato dalla normativa, il completo raggiungimento degli obiettivi specifici di apprendimento previsti e si consolida il percorso di orientamento agli studi successivi e all’inserimento nel mondo del lavoro.

 

COMPETENZE CHIAVE

Sottostanti le abilità definite nelle cinque aree della licealità, la programmazione d’istituto pone a fondamento di ogni azione di programmazione le competenze chiave di cittadinanza, nella prospettiva di un’istruzione permanente e ricorrente. A tal fine vengono individuate tre grandi prospettive di azione: la costruzione del sé, la relazione con gli altri e i rapporti con la realtà naturale e sociale. All’interno delle macro aree formative sono declinate le competenze chiave di cittadinanza, differenziate fra primo biennio, con il quale si conclude la scuola dell’obbligo, secondo biennio e quinto anno, che tendono alla definizione, via via più autonoma e critica, delle competenze degli studenti.

 

COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA PER IL PRIMO BIENNIO

 

 

COMPETENZE

INDICATORI

Costruzione del sé

Imparare  ad   imparare

Organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di informazioni, anche in  funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro

-           Individuare e mettere a fuoco gli elementi  essenziali di un argomento, una procedura, un problema

-           Ascoltare attentamente riuscendo a mantenere la concentrazione in modo prolungato

-           Ascoltare attivamente, ponendo domande e rispondendo a quelle poste

-           Riuscire a memorizzare, classificare, recuperare e ripetere le informazioni

-           Strutturare l’attività in modo ordinatamente coerente, pianificando e disponendo gli strumenti necessari a realizzarla

-           Eseguire l’attività riuscendo a sostenere con continuità sforzi e fatica

-           Elaborare metodi efficaci a livello personale per lo studio: prendere appunti, schedare, sintetizzare

-           Attuare diversi tipi di lettura ed elaborare tecniche di memorizzazione

-           Utilizzare in modo autonomo diversi strumenti di lavoro: quaderni, computer, registratore, archivi, dispense, dizionari, manuali e materiali di consultazione di vario genere

Progettare

Elaborare e realizzare progetti riguardanti lo sviluppo delle proprie attività di studio e di lavoro, utilizzando le conoscenze apprese per stabilire obiettivi significativi e realistici e le relative priorità, valutando i vincoli e le possibilità esistenti, definendo strategie di azione e verificando i risultati raggiunti

-           Eseguire regolarmente il lavoro assegnato, persistendo nello sforzo e tollerando la fatica

-           Strutturare l’attività secondo un ordine preciso, pianificando e disponendo gli strumenti necessari prima di cominciare un lavoro

-           Organizzare gli strumenti di lavoro in modo funzionale allo studio

-           Elaborare metodi personali per prendere appunti, schedare, sintetizzare

-           Acquisire, conoscere consapevolmente, consolidare un personale stile di apprendimento

-           Scegliere obiettivi alla propria portata e conseguirli in modo autonomo

-           Saper valutare le proprie abilità e risorse e decidere le strategie da utilizzare

-           Saper riconoscere e valutare difficoltà e ostacoli nella realizzazione degli obiettivi

-           Saper valutare le proprie prestazioni nelle prove e nelle attività

Relazioni con gli altri

Comunicare

-   comprendere messaggi di genere diverso e di complessità diversa

 

 

 

 

 

 

 

-    rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc.

-          Comprendere messaggi a carattere quotidiano, scientifico, tecnico, artistico-letterario

-          Comprendere messaggi espressi in linguaggio verbale

-          Comprendere messaggi espressi in linguaggio matematico-scientifico

-          Comprendere messaggi espressi in linguaggio corporeo

-          Comprendere messaggi espressi in linguaggio grafico

-          Comprendere messaggi espressi in lingua straniera

-          Utilizzare diversi supporti per la comunicazione (cartaceo, informatico, multimediale

-          Produrre messaggi espressi in linguaggio verbale

-          Produrre      messaggi      espressi      in      linguaggio matematico-scientifico

-          Produrre messaggi espressi in linguaggio corporeo

-          Produrre messaggi espressi in linguaggio grafico

-          Produrre messaggi espressi in lingua straniera

-          Utilizzare le diverse conoscenze disciplinari

-           Saper rappresentare mediante diversi supporti per la comunicazione (cartaceo, informatico, multimediale)

Collaborare e  partecipare Mostrarsi interessato, coinvolto, dinamico, attivo e disponibile nei confronti dell’adulto e dei pari

-          Interagire con le persone ascoltando, accettando e comprendendo i diversi punti di vista

-          Sapersi inserire bene nel gruppo, sperimentando come piacevole lo scambio interpersonale

-          Saper valorizzare le proprie e le altrui capacità

-          Saper gestire la conflittualità

-           Contribuire attivamente, con interesse e disponibilità all’apprendimento comune e alla realizzazione delle attività collettive

-          Saper offrire la propria collaborazione e accettare quella altrui

Agire in modo autonomo e responsabile

Sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale e far valere al suo interno i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità

-           Acquisire una buona autonomia nel progettare, eseguire e portare a termine i lavori senza guida o supporto di altre persone

-           Sostenere e argomentare le proprie posizioni all’interno del gruppo

-           Assumersi funzioni, ruoli, responsabilità all’interno del gruppo

-           Saper riconoscere, condividere, accettare e osservare regole di corretta convivenza sociale

-           Saper riconoscere e rispettare i propri e altrui diritti e bisogni

-           Sapersi relazionare in quanto persona con comportamenti improntati a tolleranza, valorizzazione delle differenze, nel rispetto dei valori di pluralismo e libertà

Rapporti con la realtà naturale e sociale

Risolvere problemi

Affrontare situazioni problematiche scegliendo  un valido metodo di risoluzione

-          Riconoscere la tipologia e l’entità del problema

-           Raccogliere, classificare e valutare i dati a disposizione

-           Costruire e verificare ipotesi, individuando le fonti e le risorse adeguate

-           Proporre soluzioni utilizzando, secondo il tipo di problema, i contenuti e i metodi delle diverse discipline

Individuare collegamenti e relazioni

Individuare e rappresentare, elaborando argomentazioni coerenti, collegamenti e relazioni tra fenomeni, eventi e concetti diversi, anche appartenenti a diversi ambiti disciplinari

-          Cogliere la natura sistemica di fenomeni ed eventi

-          Individuare analogie e differenze, concordanze e discordanze fra i fenomeni analizzati

-          Individuare cause ed effetti, stabilirne i nessi e riconoscere la natura probabilistica degli stessi

-          Mettere in relazione fenomeni, eventi e concetti anche lontani nello spazio e nel tempo

Acquisire ed interpretare l’informazione

Saper elaborare in modo critico le informazioni che quotidianamente si ricevono nei più diversi ambiti e attraverso i più svariati mezzi di comunicazione

-          Saper individuare la questione centrale e gli elementi secondari

-          Riuscire a distinguere fra fatti e opinioni

-          Sapersi porre delle domande in relazione a problemi individuati come tali

-          Saper mettere in relazione l’informazione con la fonte che l’ha prodotta

-          Saper valutare l’utilità e l’attendibilità dell’informazione

 

 

COMPETENZE TRASVERSALI E DI CITTADINANZA PER IL SECONDO BIENNIO E IL QUINTO ANNO

 

 

COMPETENZE

INDICATORI

Costruzione del sé

 

 

Imparare ad imparare

Perfezionare l’acquisizione delle strategie basilari per l’apprendimento

Saper adoperare le strategie per apprendere, al fine di applicarle anche in contesti extrascolastici.

Essere in grado di osservare con attenzione la realtà nei vari contesti, tenendo conto della pluralità dei punti di vista

Saper utilizzare in modo ottimale le proprie capacità e attitudini nei vari contesti

 

 

 

Saper gestire le situazioni

Saper organizzare il proprio lavoro e il proprio tempo, valutando le priorità

Saper affrontare un problema in maniera razionale e con metodi adeguati

Saper valutare criticamente le proprie prestazioni, attivando strategie di recupero

Saper gestire il successo e soprattutto l’insuccesso scolastico

Saper riconoscere e valutare i propri errori senza scoraggiarsi

Relazioni con gli altri

 

Saper gestire le informazioni

Saper analizzare, classificare, sintetizzare e utilizzare nei diversi contesti le informazioni disponibili

Saper interpretare e valutare criticamente le informazioni nei formati verbali e audiovisivi, cartacei e digitali

Saper collegare concetti estrapolati da fonti diverse

 

 

Comunicare in modo efficace

Comprendere i linguaggi verbali (scritto e orale) e i linguaggi non verbali (dell’espressione corporea e artistica)

Utilizzare varie tipologie espressive, adeguate ai vari contesti

Saper formulare messaggi caratterizzati da chiarezza e coerenza, da consono registro linguistico, e basati su adeguati riferimenti (dati di fatto, documentazioni, bibliografìe)

 

 

 

Sapersi relazionare con gli altri in vari contesti

Saper costruire e mantenere relazioni positive nel rispetto degli altri

Saper svolgere responsabilmente il proprio ruolo all’interno di un gruppo

Saper dare contributi personali in un gruppo

Saper lavorare in un gruppo per il raggiungimento di un obiettivo comune

Saper affrontare positivamente le situazioni conflittuali

Rapporti con la realtà naturale e sociale

 

 

Diventare cittadino consapevole

Conoscere gli aspetti essenziali dell'organizzazione dello stato, della società e del mondo del lavoro

Comprendere le diversità culturali e sociali, in una prospettiva nazionale e globale

Comportarsi in modo adeguato al contesto sociale, dimostrando di avere sviluppato la comprensione delle etiche e dei valori

 

 

LIVELLO 2 - PROGRAMMAZIONE DEI DIPARTIMENTI

 

Il Collegio dei docenti è articolato nei seguenti dipartimenti di area disciplinare:

  • Dipartimento di Lettere
  • Dipartimento di Scienze
  • Dipartimento di Scienze Motorie e Sportive
  • Dipartimento di Matematica, Fisica e Informatica
  • Dipartimento di Disegno e Storia dell’Arte
  • Dipartimento di Filosofia e Storia
  • Dipartimento di Lingue e Letteratura straniera
  • Dipartimento di Religione.

I Dipartimenti si fanno carico di una programmazione intermedia fra la programmazione di istituto e quella dei consigli di classe. Al proprio interno condividono il complesso delle conoscenze, delle abilità e delle competenze, elaborando griglie e metodi di valutazione, progettando strategie di accoglienza, di recupero e potenziamento, di integrazione di alunni con BES, di raccordi multidisciplinari e propongono l’adozione dei testi scolastici.

Le programmazioni dei singoli Dipartimenti sono depositate agli atti della scuola.

 

 

LIVELLO 3 - PROGRAMMAZIONE DEI CONSIGLI DI CLASSE

 

I Consigli di classe sono il luogo dell’interazione della maggior parte delle componenti della scuola e dove l’attività di programmazione diventa azione, correlata a una situazione specifica, diversa da consiglio a consiglio, perché diverse sono le classi a cui si rivolge detta programmazione.

In essi, attraverso l’azione coordinata dei docenti, dei genitori e degli studenti, si progetta ogni anno lo sviluppo concreto delle attività, dei metodi, dei tempi, delle proposte di arricchimento del curricolo, delle azioni di prevenzione della dispersione scolastica, della valutazione e discussione sui libri di testo, dei raccordi multidisciplinari e interdisciplinari.

In essi si monitora l’andamento della classe e si adottano opportune strategie didattiche che nascano dal confronto fra le esperienze dei singoli docenti.

In essi gli studenti portano le loro proposte per il miglioramento dell’interazione didattica e i genitori si fanno portavoce delle esigenze e delle proposte delle famiglie.

Il consiglio di classe si confronta sul conseguimento delle competenze chiave di cittadinanza, ne valuta la corrispondenza con le opportunità formative e considera le strategie comuni per l’osservazione, la misurazione e la valutazione delle stesse.

Il Consiglio di Classe si esprime sulla valutazione dei singoli alunni al temine di ogni periodo valutativo.

 

 

LIVELLO 4 - PIANO DI LAVORO DEI SINGOLI DOCENTI

 

I piani di lavoro dei singoli docenti sono depositati agli atti della scuola.

 

 

LIVELLO 5 - PROGETTI E SERVIZI DI ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

 

AREA

Tipo di progetto

Descrizione dei progetti

 

Visite, viaggi di istruzione, scambi di classe con l'estero Progetti Europei

Viaggi d'istruzione e visite guidate

Realizzazione di numerose attività per favorire l’apprendimento linguistico degli studenti, la duttilità mentale e l’arricchimento culturale attraverso il contatto e la conoscenza con luoghi e persone diversi. Dal punto di vista didattico ogni esperienza al di fuori del contesto abituale mette in movimento competenze cognitive e formative attraverso la realizzazione di compiti relativi all’esperienza in una cornice di realtà diversa dalle simulazioni scolastiche.

Viaggi di studio

Scambi di classi con l'estero

Progetto ERASMUS, COMENIUS

 

 

Motoria

 

Centro Sportivo Scolastico

Si favorisce e incoraggia negli alunni la pratica sportiva intesa come ricerca del benessere personale e dell’armonia con gli altri, in alternativa agli stimoli esasperatamente agonistici del mondo sportivo esterno alla scuola ma non in contrapposizione ad esso.

Corporeità

Attuazione di progetti volti ad aumentare nell’adolescente la confidenza con il proprio corpo inteso come inscindibile unità di psiche e soma.

 

 

Laboratori Espressivi - Storici - Letterari

– Filosofici

Progetto Cinema

Realizzazione di attività espressive che offrano agli alunni la possibilità di esprimere la propria creatività attraverso l’uso di altri linguaggi, mediante l’analisi degli stessi e l’elaborazione attiva attraverso esperienze di produzione.

Progetto Teatro

 

Fruizione teatrale e cinematografica

Partecipazione a spettacoli teatrali, musicali e cinematografici, per sperimentare dal vivo la fruizione di generi diversi dalla pagina scritta, anche attraverso lezioni spettacolo, interventi di esperti, incontro con operatori del settore.

 

 

Laboratori scientifici

 

 

Matematica - Fisica - Scienze - Informatica

Iniziative volte a trasmettere l’idea di un’educazione scientifica come processo da acquisire per esercitare in modo consapevole il diritto alla cittadinanza, dal locale al globale.

Inoltre si realizzano varie attività per il potenziamento delle conoscenze e delle competenze in campo scientifico, rivolte a gruppi classe o gruppi misti, per la valorizzazione delle eccellenze e il consolidamento delle abilità di base richieste negli studi universitari.

 

 

 

Lingue comunitarie

 

 

Laboratori in lingua inglese

Moduli con docenti di madrelingua inglese in cui i ragazzi possono sperimentare le proprie conoscenze linguistiche nella forma dell’improvvisazione, per esporre gli alunni quanto più possibile all’uso vivo e diretto della lingua studiata.

 

Certificazioni linguistiche

Negli ultimi anni di corso di tutti gli indirizzi si propone il conseguimento di certificazione linguistiche a partire dal livello B1, anche per quegli alunni stranieri che utilizzino l’Italiano come lingua 2.

 

 

 

 

 

 

Cittadinanza attiva

 

 

 

 

 

Educazione alla pace – Educazione interculturale e alla sostenibilità

E’ attivo un Laboratorio multiculturale, che si propone di offrire agli studenti occasioni di conoscenza diretta con testimoni, scrittori, temi, attraversati dall’esperienza della migrazione, dell’estraneità e dell’identità. La convivenza attraverso il confronto disponibile e curioso con l’altro è il mezzo tramite il quale gli studenti possono imparare a concepire un pensiero al plurale.

Attività di volontariato, in collaborazione con enti esterni, al fine di educare alla solidarietà e alla gratuità.

Alcuni progetti della scuola invitano a riflettere sui propri stili di vita, in relazione all’ambiente naturale e sociale, per farsi promotori di un comportamento equo e solidale.

E’ attivo presso la scuola il laboratorio del Parlamento Europeo degli Studenti, che propone agli alunni, attraverso il metodo della peer education, momenti informativi e formativi su tematiche attuali e improntate alla cittadinanza attiva.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prevenzione del malessere e/o del disagio

 

 

 

 

Centro di Informazione e Consulenza (CIC)

Nell’annuario d’istituto si raccolgono i principali eventi dell’anno scolastico e le foto di tutti gli studenti dell’istituto, raggruppati per classi, al fine di favorire il senso di appartenenza alla scuola e alle sue numerose iniziative

Per un’efficace e tempestiva comunicazione alle famiglie e agli studenti, che orienti nelle procedure scolastiche e nelle attività del POF è istituito il sito dell’istituto www.liceomonfalcone.it

E’ attivo uno sportello per facilitare la presentazione delle domande di iscrizione on line per i nuovi studenti delle classi prime

Per genitori, alunni e insegnanti funziona un servizio di ascolto con la consulenza di uno psicologo nella forma del colloquio individuale o degli interventi su intere classi o gruppi di studenti.

 

 

 

 

 

 

Promozione del benessere

Offerta di servizi finalizzati alla prevenzione della dispersione scolastica quali attività di recupero, supporto, compensazione e, qualora necessario, scuola in ospedale e istruzione domiciliare.

Istituzione per gli alunni stranieri di un servizio per l’apprendimento della Lingua Italiana quale seconda lingua e/o per il perfezionamento linguistico finalizzato all'autonomia nello studio.

Attività finalizzate a promuovere una cultura del risparmio e contro gli sprechi, che prevede il monitoraggio con lettura periodica dei consumi delle varie utenze, e l’attenzione allo stato di conservazione/usura degli arredi, infissi, impiantistica.

Secondo il principio che la salute non è assenza di malattia ma perseguimento del benessere psico-fisico, la scuola collabora con l’Azienda Sanitaria e altri enti per attività di informazione e formazione in tema di salute

Laboratori per l'integrazione in classi con alunni stranieri e/o disabili.

 

 

 

Sicurezza

 

Educazione stradale

Attraverso interventi mirati, esterni e interni, si persegue l’obiettivo di educare gli studenti come utenti della strada a comportamenti attenti e responsabili per la propria e l’altrui sicurezza.

 

Formazione/informazione sicurezza

La scuola applica in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro i compiti istituzionali relativi all’informazione e la formazione del personale e degli studenti, alla valutazione dei rischi, alla nomina delle figure previste dalla normativa e all’effettuazione di regolari prove di evacuazione.

 

 

 

 

Orientamento

 

In entrata

Raccordi con il segmento di istruzione inferiore per l’orientamento degli alunni alla fine della terza media e per l’accoglienza nell’istituto, attraverso numerosi e vari interventi informativi e formativi: incontri, visite alla scuola, laboratori.

 

 

In uscita

Raccordi con il segmento di istruzione universitaria e il mondo del lavoro, per l’orientamento degli alunni al termine del percorso liceale, con attività informative e formative: conferenze, incontri, visite, stage in collaborazione con l’Università, uso di software deputati (classi quarte e quinte), alternanza scuola-lavoro.

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.