Questo sito utilizza cookie al fine di migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni leggi il regolamento sulla privacy. Per accettare CHIUDI e continua a navigare.
ISIS M. Buonarroti - Via G. Matteotti 8, 34074 Monfalcone (GO)

Francesco Bulli elabora una nuova formula matematica

La sua scoperta sarĂ  pubblicata su due riviste specializzate

Lui si chiama Francesco Bulli ed è uno studente del terzo anno del nostro Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate. Due riviste specializzate hanno deciso di pubblicare una nuova formula matematica elaborata da lui.

Si tratta di una formula matematica inedita che consente di calcolare l’area del cosiddetto segmento parabolico, ovvero l’area di una parte di piano delimitata da una parabola e dalla retta che la interseca. L’area del segmento parabolico è comunemente calcolata mediante il Teorema di Archimede, secondo cui è uguale ai 2/3 dell’area del rettangolo circoscritta nel segmento, oppure ricorrendo al cosiddetto calcolo integrale. Con la formula dimostrata da Francesco Bulli, invece, è possibile calcolarla in maniera più semplice utilizzando direttamente i coefficienti della retta e della parabola.

La professoressa Caterina Vicentini, insegnante di matematica di Francesco Bulli, ha inviato la formula a diversi docenti universitari che ne hanno confermato l’originalità. La sua dimostrazione è quindi stata proposta a due riviste specializzate per l’eventuale pubblicazione, ed è stata accettata da entrambe.

La dimostrazione della formula è stata pubblicata su MatematicaMente, rivista edita dal professor Luciano Corso, presidente della Società Italiana di Scienze Matematiche e Fisiche Mathesis di Verona, nel numero 269 del 7 maggio 2020, e sarà pubblicata anche sulla rivista belga, Uitwiskeling, edita dal professor Michel Roelens che ha già tradotto l’articolo italiano e lo pubblicherà in lingua fiamminga nell’edizione di giugno.

Come racconta la professoressa Vicentini, lo studente si è presentato un giorno alla cattedra con un pacchetto di fogli il cui risultato finale era una formula, sconosciuta anche all’insegnante. Per non interrompere la lezione che la classe stava svolgendo, l’insegnante ha affiancato a Francesco, il compagno di classe Mattia Manara, che sapeva essere un competente calcolatore.

Così, mentre la classe proseguiva con la lezione, i due studenti hanno controllato attentamente tutti i passaggi dei calcoli di Francesco e si sono spinti a risolvere tutti i problemi del libro di testo riguardanti l’argomento con la nuova formula, trovando sempre i risultati coincidenti con quelli corretti presenti nel libro.

Nei giorni seguenti la professoressa Vicentini ha condiviso la scoperta con l’intera classe terza, i colleghi e il dirigente scolastico Vincenzo Caico, e ha cercato conferme della sua originalità anche tra alcuni docenti universitari italiani e stranieri con i quali collabora.

Secondo la professoressa Vicentini, “Un valido insegnante di matematica non si limita a trasmettere la propria conoscenza agli studenti, ma è colui che facilita l’apprendimento, cioè il creatore di un ambiente di apprendimento matematicamente ricco e stimolante che consenta agli studenti di sviluppare la propria autonomia. Francesco Bulli e i suoi compagni ci stanno riuscendo, e questa è per me una bellissima gratificazione”.

Oltre che un promettente matematico, Francesco è anche un bravo calciatore, gioca infatti nella selezione Allievi Nazionali della Triestina, e un abile violinista.

Non appena sarà possibile organizzare un evento pubblico in presenza, Francesco Bulli, il suo compagno Mattia Manara e la sua insegnante presenteranno ufficialmente la nuova formula, nel frattempo Bulli e l’intero Liceo Buonarroti di Monfalcone possono godere della soddisfazione di questa scoperta inaspettata.