Concorso fotografico e letterario "Immagini e Parole"- VIII edizione: Voglia di leggerezza

Immagini e Parole

L’Istituto Superiore d’Istruzione Statale “MICHELANGELO BUONARROTI”, con il patrocinio del Comune di Monfalcone e dell’associazione senza fini di lucro “il Buonarroti”, ha indetto anche quest'anno un premio in ricordo della Professoressa Susanna Germano, per mantenere vivo ciò che la prof.ssa Germano, nella sua breve ma intensa esperienza di insegnamento, ha saputo infondere fra i giovani allievi e proporre come esempio in coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerla.

53 studenti hanno partecipato al premio quest'anno, presentando una fotografia accompagnata da un pensiero, una didascalia, una poesia o un breve testo scritto intimamente collegato all'immagine proposta e ispirato al titolo"Voglia di leggerezza".

Le opere sono state valutate da una Commissione opportunamente nominata, composta dalla Dirigente scolastica del nostro Istituto, un rappresentante del Comune di Monfalcone, due insegnanti, due studenti, un rappresentante dei genitori del Consiglio d'Istituto, un rappresentante dell'associazione "Il Buonarroti", un delegato della famiglia della prof.ssa Susanna Germano.

Ai primi tre classificati sono stati assegnati dei premi in denaro.
La consegna dei premi è avvenuta come sempre nel corso della presentazione delle attività svolte dal Liceo, al termine dell'anno scolastico, tenutasi sabato 11 giugno 2016.

L'elaborazione grafica delle locandine di tutte le edizioni del concorso è stata generosamente offerta dalla prof.ssa Valentina Fabretto.

Bando e modulo di partecipazione »

Locandina dell'edizione 2016 »

VIII edizione - 2016: Voglia di leggerezza

Immagini e Parole 2016

I classificata - Francesca Fortuna, 1ALS: La leggerezza di una goccia d'acqua

L' acqua ha la potenza di sradicare perfino un albero, ma può anche appoggiarsi con leggerezza su una foglia, senza nemmeno piegarla.

Giudizio della giuria: Il lavoro, oltre all'efficace abbinamento testo-immagine, viene premiato per il gioco che riesce a creare fra il piano della realtà e la metafora; il soggetto principale è focalizzato con buon equilibrio cromatico.

II classificata - Chiara Revoltella, 5ALS: Sospesa fra le nuvole

Volo,
incredibilmente libera,
tra le bianche nuvole
e la spuma delle onde
che impreziosisce questo diadema naturale.

Volo,
allegramente distaccata
per prolungare l'attimo,
mentre l'Universo fluisce
dentro e fuori me.

Volo,
spensieratamente sola,
da un confine all'altro
del mio piccolo mondo,
dimenticando ciò che mi opprime.

Non ora.
Sogno, non svanire ancora,
sostieni questo mio volo,
dolcemente accompagnami
fino al risveglio.

Giudizio della giuria: L'opera mette in evidenza l'intima connessione tra l'immagine e la rappresentazione poetica del mondo interiore dell'autrice; il lavoro è premiato per la qualità dell'inquadratura e la definizione del soggetto rappresentato.

III classificato - Antonio Valentini, 1ALS: Leggerezza

Dopo una giornata di duro lavoro, impegni e corse mi trovo
finalmente seduto a tavola proprio davanti alla finestra, rivolgo lo
sguardo fuori e vedo una meravigliosa scena: degli uccellini che
volano intorno alla mangiatoia nel giardino. Guardandoli mi chiedo
se anche noi siamo capaci di avere la loro leggerezza, di sicuro non
siamo in grado di volare, ma possiamo cercare di diventare leggeri
dentro. Proviamo ad aprire le nostre menti come loro aprono le ali,
far diventare i nostri pensieri leggeri e positivi, pensare ogni tanto
con ironia, sorridere più spesso, osservare la natura incontaminata
che ci circonda senza che ce ne accorgiamo, come le foglie che
cadono danzando in autunno, il fascino dei fiocchi di neve in inverno,
la brezza proveniente dal mare. Solo così si può capire che leggerezza
non è superficialità, ma la capacità di guardare le cose dall'alto.

Giudizio della giuria: Il lavoro viene premiato per la coerenza fra il testo iconografico e le parole, che sottolineano una visione positiva della vita.

Opere segnalate

Alessio Fontanot, 4ASA (immagine): Selezione naturale: leggerezza della vita

I sogni,
come i fiori,
nascono in un attimo,
con un'intrinseca leggerezza,
che li accompagna anche
nel momento in cui essi svaniscono,
avvolti dalla complessità dell'esistenza.
Pochi sopravvivono e,
condotti da un flebile vento,
delicatamente si realizzano,
facendoci volare,
così da poter raggiungere
il punto più alto del nostro vivere.

Giudizio della giuria: Nonostante il senso di inquietudine che l'immagine sembra trasmettere, l'opera viene segnalata per l'efficace composizione a climax e l'equilibrio cromatico.

Petra Mauroner, 5ASA (testo): Piuma

Leggerezza è
il pensiero di un momento
in cui la mente si svuota
e, libera dai fardelli...
diventa piuma

Giudizio della giuria: Il testo viene segnalato per l'essenziale efficacia delle parole.

Martina Riccobon, 2ASA (messaggio): L'armonia della natura

Aiutare la propria famiglia
è come assicurare la nascita di una nuova vita,
salvaguardare il futuro.
La leggerezza è sapere che dopo di te,
ci sarà un futuro migliore per le persone a te care.

Giudizio della giuria: Il testo e l'immagine comunicano un messaggio di fiducia nel futuro e nei valori.

Le edizioni precedenti »