Fare cinema al liceo

Il PROGETTO CINEMA ha preso avvio nel Nostro Istituto a partire dall'anno scolastico 2001-2002 quando, in parallelo con l'attività di formazione e di autoformazione degli insegnanti, che hanno frequentato i corsi sul Linguaggio cinematografico indetti dal Ministero dell'Istruzione, sono stati inseriti nei curricola di alcune classi percorsi di avvio alla grammatica filmica e di analisi di testi audiovisivi, correlati da lezioni di storia del cinema e cineforum indirizzati a gruppi aperti.

A partire dal 2006 il Progetto si è arricchito di un Laboratorio cinematografico, formato da un gruppo trasversale di alunni, sotto la guida della referente del progetto prof.ssa Grazia Giovannardi e del regista Ivan Gergolet, laureato al DAMS di Bologna.

I cortometraggi prodotti

A.s. 2014-2015: L'attività del Laboratorio cinematografico dell'Istituto si è incentrata quest'anno sulla produzione del documentario intitolato "Immagini di scuola", che esce abbinato al libro, realizzato nell'ambito del Progetto "Fare storia". Il filmato raccoglie interviste di ex studenti e insegnanti del Liceo, rappresentativi di una frequentazione della Scuola, che si snoda dai tempi della sua istituzione negli anni Quaranta, agli anni Novanta, con lo scopo di ricostruirne la storia nei suoi passaggi-chiave. I testimoni sono stati sollecitati a rispolverare ricordi legati ai docenti e alle diverse discipline; ai singoli compagni, e alle relazioni all'interno dei gruppi, in tutte le loro sfumature ("Una ricchezza di sensazioni nuove"): dalle "scopiazzature", agli amori, dai momenti di svago legati agli scherzi, alle gite di classe e alle cene di matura. Si è riflettuto di volta in volta sui rapporti tra Scuola e territorio, tra Scuola e politica, recuperando dalla viva voce dei protagonisti preziose informazioni e facendo riemergere emozioni e riflessioni legate alla guerra ("Quando suonava l'allarme antiaereo"), alle rivolte studentesche ("C'era molta passione in quello che facevamo"), alle occupazioni, alle assemblee sui temi della Globalizzazione e dei diritti umani. Non mancano considerazioni sul ruolo che la preparazione ricevuta al Liceo ha svolto nelle scelte e nei percorsi di vita successivi. Il video e il libro saranno presentati nel corso dell' iniziativa "A ridosso della storia 2015- Monfalcone e il Novecento" presso la Biblioteca Comunale di Monfalcone il 30 novembre 2015. Il Laboratorio, coordinato dalla prof.ssa Grazia Giovannardi, è diretto dal regista Ivan Gergolet.

A.s. 2013-2014: Nel corso dell'anno scolastico il Progetto cinema dell'Istituto, coordinato dalla prof.ssa Grazia Giovannardi, grazie all'associazione Il Buonarroti ha aderito al progetto della Provincia di Gorizia dal titolo "Congedo anch'io", avente come obiettivo la promozione dei congedi parentali anche per i padri.
Lo spot, presentato ufficialmente al Kinemax di Monfalcone il 30 settembre 2014, è stato programmato nei mesi di ottobre, novembre, dicembre 2014 nelle 8 sale del circuito Kinemax di Monfalcone e Gorizia. È stato poi caricato sul sito della Provincia di Gorizia. Il Laboratorio cinematografico è stato guidato anche quest'anno dal regista Ivan Gergolet. (video)

La classe 1ALS ha prodotto inoltre il video intitolato "Noi... diversamente uguali", dedicato alla riflessione sui alcuni termini-chiave della multiculturalità (interviste). Il gruppo ha operato sotto la guida dello studente Riccardo Pizzignach, regista e senior tutor.

A.s. 2012-2013: Nell'ambito del Laboratorio cinematografico, guidato dal regista Ivan Gergolet, laureato al DAMS di Bologna, e coordinato dalla prof.ssa Grazia Giovannardi, è stato realizzato il documentario "LA TRECCIA DI MONFALCONE". (trailer - versione integrale - articolo sul Piccolo)

Monfalcone, liceo Michelangelo Buonarroti. 5 studenti stranieri provenienti da 4 continenti diversi raccontano la loro vita in Italia, a partire dalla scuola che frequentano ogni giorno. L'indiana Shivani, il canadese Nikolaus, il bengalese Alì, la senegalese Khadidja e l'albanese Antoneta intrecciano un racconto unico che parla di identità, della relazione con l'altro,della difficoltà di sentirsi diversi. I loro sogni si scontrano con una realtà forse ancora ostile e il loro sguardo adolescente si trasforma in un nitido specchio della nostra comunità.

Il video è stato proiettato
- il 15 dicembre 2012 al Kinemax di Monfalcone per la presentazione a docenti, studenti e autorità
- il 20 gennaio 2013 al teatro Miela di Trieste nell'ambito del Trieste Film Festival nella sezione Zone di Cinema
- il 21 febbraio 2013 nell'ambito della manifestazione "Da vicino nessuno è diverso" alla Biblioteca Comunale di Monfalcone
- il 21 marzo 2013 nell'ambito della manifestazione "Rendere visibile l'invisibilità" a Gorizia a Palazzo Attems per gli studenti delle scuole superiori della città
- sempre il 21 marzo 2013, a Monfalcone presso l' oratorio San Giuseppe
- il 21 novembre 201 nell'ambito della Rassegna/Concorso internazionale K3 Film Festival presso il cinema Centrale di Udine

Inoltre
- il 17 marzo 2013 è stato trasmesso da RAI TRE "
ha vinto il Premio Comunico dunque sono- Presenza e cultura al 29° Concorso internazionale di Multimedialità Videocinema&scuola 2012-2013 di Pordenone La premiazione è avvenuta domenica 28 aprile 2013 presso l'Auditorium Zanussi di Pordenone
- Venerdì 3 maggio 2013 è stato proiettato presso la facoltà di Medicina di Trieste, Corso "La formazione nella società multiculturale" tenuto dalla prof.ssa Tina Zanin. Presentazione e riflessione sul tema della "Comunicazione in ambito multiculturale. Linguaggio verbale e non verbale" a cura della prof.ssa Grazia Giovannardi

Il Laboratorio del progetto cinema ha poi realizzato anche il video musicale della canzone "THE SHEEP'S SECRET LANGUAGE" dei Cultured apes. Il videoclip è stato proiettato al Teatro Comunale di Monfalcone in occasione della Festa dell'Europa il 9 maggio 2013. (video)

Nell'ambito della stessa occasione i ragazzi che hanno aderito all'iniziativa hanno prodotto lo spot "GIOVANI CITTADINI FELICI".

Lo studente Riccardo Pizzignach ha realizzato il video promozionale per il Liceo Sportivo, dedicato agli sport del mare. (video)

Example frontpage image

 

Nel maggio 2013 il Gruppo Cinema ha avuto l'onore di ricevere la visita del regista premio Oscar Gabriele Salvatores, che in quel periodo si stava preparando a girare un nuovo film a Trieste.

 

 

A.s. 2011-2012: Sono stati realizzati nell'ambito del Laboratorio cinematografico, coordinato quest'anno dal regista dott. Marco Andreatta, laureato al DAMS di Gorizia, quattro cortometraggi :
Il corto "La vita in un sorso", sul tema della sicurezza stradale.
Il video "La lettera", dedicato al tema dello scambio generazionale, che è stato concepito in collaborazione con il Laboratorio di cittadinanza europea dell'Istituto e realizzato in occasione della Festa dell'Europa del 9 maggio 2012 (backstage - trailer).
"Privacy", un video per riflettere sui pericoli determinati dalla violazione della privacy.
"La scuola è..." è stato realizzato dalle classi prime del Liceo Scientifico, che da quest'anno scolastico svolgono 1 ora alla settimana curricolare di italiano-linguaggio cinematografico con la prof.ssa Grazia Giovannardi. Ciò ha permesso loro l'integrazione tra attività teorica e pratica.

A.s. 2010-2011: L'avvio in ritardo (alla fine di febbraio) della collaborazione con il regista Ivan Gergolet ha reso possibile la sola realizzazione delle fasi di ideazione e di ripresa del documentario, provvisoriamente intitolato L'ombelico del mondo. La selezione del materiale e il montaggio (per altro già iniziati, tanto che è stato possibile presentare un trailer del documentario alla cerimonia di chiusura di fine anno scolastico) verranno completati alla ripresa delle lezioni, nell'a.s. 2010/2011. Il video L'ombelico del mondo è stato concepito in collaborazione con il Progetto Multiculturalità dell'Istituto. 
Il video di presentazione della scuola, pubblicato sul canale YouTube del Liceo, è risultato efficace e ha riscontrato molti commenti positivi, in particolare in occasione di Scuola Aperta.
Per il video "La mia città", realizzato a conclusione dell'unità didattica dedicata al tema della città, svolta dalla classe 1BSA, parole di apprezzamento sono apparse sul quotidiano Il Piccolo.
Example frontpage image Quasi sul punto di crollare, realizzato nel precedente anno scolastico, ha vinto il PRIMO PREMIO al Concorso internazionale Ciak Junior, nella sezione Video scolastici - Spot. Lo stesso corto ha vinto pure il PREMIO PER IL MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA, assegnato a Giovanni Pischiottin, al concorso regionale Green Spot.

A.s. 2009-2010: La realizzazione di tre cortometraggi nell'ambito del Laboratorio cinematografico, uno dei quali in collaborazione con Laboratorio permanente sulla Cittadinanza europea (EuroLab), ha consentito di proseguire un percorso pluriennale avviato in alcune classi dell'Istituto ed allargato agli studenti interessati, passando dalle attività teoriche di analisi del linguaggio cinematografico e di approfondimento di specifiche tematiche relative alla grammatica filmica a quelle pratiche inerenti alla produzione, arricchite dalla riflessione in ambito pluridisciplinare.
Le attività del laboratorio, coordinato dalla prof.ssa Grazia Giovannardi, coadiuvata dal prof. Massimo Soranzio per l'EuroLab, sono state gestite dal regista Ivan Gergolet, laureato al DAMS di Bologna.
Il video "Quasi sul punto di crollare", è stato realizzato nell'ambito delle iniziative provinciali per l'anniversario della caduta del muro di Berlino e ha vinto il PRIMO PREMIO al Concorso Provinciale "Da est a ovest".La Commissione esaminatrice ha così motivato l'attribuzione: "Il filmato risulta realizzato con competenza tecnica e senso della misura. Il video, che ha il pregio di emozionare lo spettatore, portandolo in una storia intima e privata, si distingue per la cura nella stesura della sceneggiatura e nella strutturazione dei dialoghi. Il tema della divisione causata da muri impalpabili, ed il loro superamento, è affrontato attraverso la storia di un ragazzo che compie i suoi primi passi in un ambiente inizialmente ostile, che egli riesce infine a trasformare grazie ai propri meriti. Inoltre, il filmato è caratterizzato da degli elementi ironici che lo rendono particolarmente originale e gradevole"
Il premio è stato promosso dalla Provincia in collaborazione con l'associazione Itinerari Arti Visive e con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia.
Un ringraziamento particolare è rivolto al prof. Franco Stagni per aver brillantemente interpretato il ruolo dell'insegnante.
Il corto "Il banco dei pegni", in collaborazione con l' EuroLab, è stato realizzato in occasione della Festa dell'Europa, organizzata con il Comune di Monfalcone e altre scuole di Monfalcone e della provincia di Gorizia.
Il corto "La gara" realizzato nell'ambito del progetto Icaro, sul tema "Il paradosso del giovane guidatore",è finalizzato alla sensibilizzazione sulle tematiche della sicurezza stradale.
Il Laboratorio ha coinvolto studenti di classi ed età diverse che hanno seguito un percorso comprendente nozioni di base sulle tecniche di progettazione e di previsualizzazione di un film, pre-produzione, produzione e montaggio, al fine di acquisire le competenze adeguate alla realizzazione di un elaborato video. Il progetto ha favorito la nascita e lo sviluppo di un senso critico nei confronti degli audiovisivi, stimolando le potenzialità degli individui nella scoperta della propria creatività. In particolare gli obiettivi raggiunti riguardano una preparazione di base nell'ambito delle tecniche cinematografiche, lo sviluppo delle capacità di discussione e di intervento nell'ambito del gruppo, la realizzazione di elaborati video.

A.s. 2008-2009: gli spot "ART.5" e "NON CI POSSO CREDERE", il documentario "LI CHIAMAVAMO RIBELLI"
In particolare "ART. 5" , ispirato all' Art.5 della Dichiarazione Universale dei diritti umani, "Nessun individuo potrà essere sottoposto a tortura, trattamento, punizione, crudeli, inumani o degradanti", ha ricevuto una MENZIONE SPECIALE al Concorso indetto dalla Provincia di Gorizia "Un ciak per i diritti umani" con la seguente motivazione:"Il tema della crudeltà alla base della tortura viene trattato in un'ambientazione tenebrosa, cupa e con efficace realismo. L'opera riesce pertanto a trasmettere allo spettatore un senso d'angoscia e di rifiuto della violenza cieca e della sopraffazione nei confronti dei più deboli".
Il documentario "LI CHIAMAVAMO RIBELLI", testimonianze, immagini, musiche intorno alla Resistenza nell'Isontino, è stato proiettato in occasione del "Meeting partigiano" di Ronchi dei Legionari in concomitanza con la mostra "Il popolo della Liberazione. Visioni contemporanee della Resistenza"; inoltre è stato presentato al pubblico di "Formalibera", iniziativa dedicata al tema della Resistenza, promossa dal Comune di Monfalcone.

A.s. 2007-2008: il documentario “MARIA E LIBERTA” min. 12
Il corto è stato concepito nell’ambito delle iniziative previste per celebrare il centenario del Cantiere navale di Monfalcone. In un alternarsi di ricordi e immagini d’epoca rende omaggio alle figure di Maria Zia e Liberta Mazzalos, testimoni dirette della storia cittadina, del lavoro e della vita quotidiana nella Panzano degli anni Trenta. La simpatia dei due “personaggi”, tra le prime impiegate del Cantiere, che raccontano dal loro punto di osservazione con semplicità e vivace partecipazione, ci accompagna attraverso un centinaio di anni di storia locale importante, perché ha segnato la cesura con il passato dei contadini e dei pescatori, alla ricerca di una nuova vocazione legata al mare.
Le belle canzoni della giovinezza di Maria e Liberta ci permettono di calarci nel clima di quegli anni e il ricco apparato iconografico ci accompagna a conoscere le diverse fasi storiche, ricreando il sapore del tempo passato e conferendo al video un notevole valore storico e documentario.
Il corto si è aggiudicato:
PREMIO PROVINCIA DI PORDENONE nell’ambito del Concorso internazionale Videocinema Scuola 2008-2209,“Per un video, a carattere documentario, che presenti un personaggio, descriva un luogo o un aspetto della cultura di un territorio”.
1° PREMIO alla Mostra-Concorso regionale del Video didattico 2008, patrocinato dal Comune di Udine, dalla Provincia di Udine, dalla Regione F.V.G. e dall’Ufficio Scolastico Regionale.
1° PREMIO al concorso indetto dal CO.RE.COM intitolato “Comunicare identità e territorio Europa” 2008, nella versione da 5 minuti intitolata “254 lire”.
1° PREMIO nella sezione documentari in occasione della 4° edizione del Concorso Festival Nazionale Scuola Cinema, patrocinato dal Ministero della Pubblica Istruzione, dalla Direzione Generale Regionale per il Piemonte, dall’Ufficio Provinciale di Asti.
La commissione esaminatrice ha così motivato l’attribuzione: “La piccola storia che diventa grande storia. Ricostruzione, attraverso due testimonianze di raffinata ed accattivante umanità, della storia di una città attraverso il lavoro ed il posto di lavoro: i cantieri navali”.
È stato proiettato nell’ambito della manifestazione “Incontri d’estate in biblioteca: suoni, immagini, parole”, rassegna estiva promossa dall’assessorato alla culturale e dalla biblioteca comunale di Ronchi.
Il video ed i premi sono dedicati alla memoria della prof.ssa Susanna Germano.

A.s. 2006-2007: il corto "IL SEGRETO DEI LIBRI BIANCHI".
Il corto narra la storia di una ragazza, incompresa dagli amici e dagli insegnanti a causa della sua passione per la lettura di libri bianchi, privi di testi scritti. Solo un compagno non la schernisce e la segue all'uscita da scuola fino alla casa di un pescatore che vive in un capanno sulla spiaggia. Proprio il vecchio saggio le ha insegnato che la realtà che la circonda, anche se le sembra meschina, è qualcosa di magico; non la deve vedere, la deve sentire: questo insegnano i libri bianchi. Anche il compagno viene messo a parte di questa esperienza che diviene per i due giovani comune terreno di incontro: "Bisogna cercare di capire, lavorando di fantasia, e dimenticare quello che si sa, in modo che l'immaginazione possa vagabondare libera…"
Il corto si è aggiudicato il 1° PREMIO ALLA MIGLIOR OPERA alla Mostra - Concorso del video, del videopodcast e del podcast CLIL nella scuola, patrocinato dal Comune di Udine, dalla Provincia di Udine, dalla Regione F.V.G. e dall'Ufficio Scolastico Regionale.

Il segreto dei libri bianchi sul nostro canale YouTube »